TECARVET TERAPIA

La tecar terapia veterinaria abbrevia i tempi di recupero riabilitativo e riduce il dolore; basata su una tecnica innovativa, la quale stimola energia dall’interno dei tessuti, andando ad attivare i naturali processi riparativi ed infiammatori.
EFFETTI FISIOLOGICI, determinati dall'aumento dell'energia endogena:
Riduzione del dolore, per azione contro-irritante o per liberazione di endorfine (Analgesia) Riduzione delle contratture e degli spasmi muscolari per ridotta attività degli efferenti secondari Più rapide e completa dissociazione di Ossigeno ed Emoglobina con maggiore disponibilità (Recupero) Vasodilatazione con aumento del flusso ematico locale che contribuisce a rifornimento tissutale e asporto cataboliti (microcircolo cellulare) Velocizzazione del riassorbimento di raccolte emorragiche (Drenaggio edemi).


VANTAGGI. La riduzione o eliminazione del dolore è un effetto percepito dal paziente sin dalla prima seduta, ciò facilità e rende più efficaci le manovre terapeutiche successive, che saranno effettuate su tessuti liberati da una contrattura antalgica. Ad esempio in assenza di dolore si potrà lavorare più in profondità, ottenendo risultati più rapidi e allo stesso tempo più duraturi. La terapia può essere ripetuta più volte nell’arco della settimana e nell’arco della giornata se lo si ritiene opportuno, il tutto a vantaggio di tempi di recupero e guarigione del CANE E DEL GATTO.

BENEFICI DELLA TECARVET

La tecarterapia non è certamente una bacchetta magica, ma è innegabile che si possono riscontrare dei progressi che lo specialista, da solo, non riuscirebbe ad ottenere. Questo trattamento viene indicato soprattutto per patologie di tipo articolare, osteoarticolare e muscolare, acute e croniche, in particolare per lesioni ai muscoli, tendini e legamenti, per stiramenti e strappi muscolari, oppure in caso di distorsioni. Anche le tendiniti e gli edemi possono essere trattati con la tecarterapia, lo stesso vale per borsiti e traumi vari, lombalgie e lombosciatalgie, se non anche lesioni del menisco.

COME FUNZIONA LA TECARTERAPIA?

La tecarterapia si avvale di un macchinario particolare (che genera un campo magnetico ad elevata frequenza sfruttando il principio del condensatore) collegato ad una piastra metallica che funge da “messa a terra” e chiude il circuito, e un manipolo che viene passato da un esperto sulla zona da trattare. Nella zona compresa tra la piastra e il cono d’azione del manipolo si genera, per effetto del campo magnetico, un flusso energetico che attraversando i tessuti li riscalda dall’interno. Questo aumento di temperatura innesca una serie di reazioni benefiche nell’organismo che contribuiscono a rendere più veloce il processo di recupero: il calore infatti favorisce la vasodilatazione a livello dei vasi sanguigni e linfatici nella zona trattata, determinando così un maggiore afflusso di sangue. Ciò concretamente significa che il corpo viene aiutato e stimolato ad autoguarirsi da solo, in quanto viene resa più rapida la risoluzione del processo infiammatorio in atto. La maggiore vascolarizzazione che si viene a determinare favorisce inoltre il rilassamento dei tessuti (soprattutto quello connettivo e muscolare) e il drenaggio del gonfiore (edemi ed ematomi). Tutto ciò determina il risultato finale: la riduzione della sintomatologia dolorosa e il ripristino della fisiologica funzionalità del distretto trattato. La Tecarterapia è quindi in grado di accelerare i processi rigenerativi naturali dell’organismo e in particolare le riparazioni cellulari, inoltre è in grado di ridurre il dolore con il vantaggio di velocizzare il recupero dal trauma o dalla problematica che ha colpito il corpo. I migliori risultati che si ottengono con la Tecarterapia sono nel trattamento di problemi a colonna vertebrale, piedi e mani, spalle, caviglie, ginocchia o anca.

RICAPITOLANDO...

La Tecarterapia è in grado di:
Aiutare i processi rigenerativi del corpo Ridurre il dolore Velocizzare un recupero dopo un trauma Trattare problemi in quasi tutte le parti del corpo.
Si può perciò comprendere la grande versatilità di questa terapia; essa infatti può essere utilizzata in caso di:
Lesioni muscolari (contusioni, elongazioni, stiramenti e strappi) Lesioni ai tendini (rotture, tendiniti, tendinosi) Lesioni ai legamenti Problematiche articolari (condropatie, artrosi, artriti) Traumi (Distorsioni, contusioni, fratture) Edemi ed ematomi Borsiti ed infiammazioni dei tessuti molli Patologie del rachide (Cervicalgie, Lombalgie e lombo-sciatalgie) Lesioni del menisco Pubalgia Fascite plantare Sindrome femoro-rotulea Sindrome da conflitto della spalla Riabilitazione post-operatoria

APERTO H24